Dalla prima puntata di #unraccontoalgiorno – la sfida lanciata da Agnese (e adesso anche da Amelia) che mi/la/vi/ci impegna a condividere il diario dei racconti letti/riletti/in lettura nel corso di 365 giorni – è trascorso un anno o poco più. Memoria puntigliosa di fb che mi ricorda anche il bilancio: 62 puntate/giorni, cioè 62 autori e 62 racconti pubblicati di libri ovviamente diversi. Con questo post, l’impegno si conferma e rinnova, con la promessa di continuare a leggere con la stessa lena e condividere di più sui social. Amelia, in questa fase della sua vita, è più dedita a distruggere che a costruire (ma non ditele nulla, lei fa finta di leggere quando prende i libri in mano e prova a mangiarseli).

Veniamo al libro: questo post è la puntata numero 63/365 di #unraccontoalgiorno e per festeggiare questo nuovo inizio non si poteva scegliere che un grande classico.
Walter De la Mare è, allo stesso tempo, un maestro della short story e del fantastico. Un maestro tenue, leggiadro, che mi riporta a tanti anni fa, quando ebbi la fortuna di leggerlo e che tuttora costituisce un rifugio sicuro che mi conduce nelle rassicuranti profondità del mondo delle ombre. “La tromba” è un delizioso racconto, uno dei suoi più celebri (pubblicato da Sellerio e tradotto da Cristina Guerri), che racchiude molto della sua opera, della sua deliziosa, incantevole e sottile costruzione dell’altro. I due bambini protagonisti del racconto discutono di angeli, e forse basta solo l’incipit per commuoversi e riconoscere la sua grandezza, per far sentire a casa chi sogna cose grandiose e soffuse: “La minuscola chiesa, oscuramente illuminata da una luna piena che non aveva ancora trovata una vetrata attraverso la quale i suoi raggi diretti potessero penetrare le tenebre, era deserta e silente”.

Consigli di lettura: ovviamente di notte, nel silenzio più assoluto.

PS: La foto è stata scattata col beneplacito di Amelia che ha imposto la sua firma. #vitadamelia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...